HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE

“Harry Potter e la maledizione dell’erede”, il nuovo straordinario romanzo della Rowling mi è piaciuto così tanto che ho letto 473 pagine in soli 2 giorni!

Il libro ha suscitato in me parecchie emozioni, sorpresa, ansia, suspense, ma soprattutto ha dato via libera alla mia fantasia! 

Harry, ormai 37enne, ha una moglie (Ginny) e tre figli: James Sirius, Albus Severus e Lily. Per Albus, suo secondogenito, è arrivato il momento di andare ad Hogwarts con sua cugina Rose. Durante il viaggio nel binario 9 3-4, Al (Albus) incontra un nuovo amico: Scorpius Malfoy, e… scopritelo da soli e mi ringrazierete!!!

Non  mi aspettavo un Potter in Serpeverde, né che Voldemort avesse una figlia… e mi fermo qui perché non voglio dare altri spoiler!! Vi dico solo che il combattimento finale è da cardiopalma, ansia a mille, per dirla come diciamo noi ragazzi: la figlia di Voldemort contro Harry ed il suo secondogenito Albus!

Anche una volta conclusa la lettura ho continuato a pensare alle fantastiche avventure di Harry e degli altri personaggi: insomma, mi sono lasciata prendere un pochino (proprio un pochino) dal libro.

Io adoro tutta la saga di Harry Potter, ma questo libro è sicuramente il mio preferito! Compratelo e saranno i 14 euro meglio spesi nella vostra vita!

Rossana Cicchetti

PALLAVOLO, UNO SPORT PER TUTTI!

La pallavolo è il terzo sport più amato dalle ragazze in Italia, ma chiunque può praticarlo, maschi e femmine, alti e bassi, e questo, a mio parere, lo rende uno sport bellissimo!  

Certo, chi è di alta statura risulta avvantaggiato, perché può oltrepassare la rete più agevolmente, ma tutti possono comunque divertirsi e trascorrere delle ore liete grazie a questo meraviglioso sport!

Nella pallavolo ci sono vari ruoli e ciascuno può scegliere quello che più si addice alle proprie caratteristiche: Centrale, Libero, Palleggiatore, Alzatore, Schiacciatore laterale o mano e Schiacciatore-opposto o contromano.

I giocatori devono passare la palla al palleggiatore per aiutare la propria squadra a progredire nel gioco e a fare punti.

Un’altra caratteristica che rende divertente la pallavolo è che si tratta di uno sport di squadra e questo consente di creare un gruppo di condivisione durante gli allenamenti, le partite, le vittorie e le sconfitte. La pallavolo insegna a collaborare per raggiungere un obiettivo comune: il punto si mette a segno insieme, e questo crea una gioia condivisa che è davvero da provare!!

Questo sport insegna, dunque, a rispettare le regole e a lavorare insieme agli altri, due abilità che ci saranno sicuramente utili per i lavori di gruppo a scuola e anche per il futuro lavoro che sceglieremo.

Ai livelli più alti si devono rispettare gli schemi di gioco: tutti devono collaborare per realizzare il progetto iniziale dell’allenatore perché durante la partita si ha un preciso obiettivo “Vincere!”.

Tuttavia, anche se si perde,  l’importante è tentare di vincere dando il meglio di sé, divertendosi,  giocando, insomma!

Un altro punto di forza della pallavolo è che si può praticare sia nei mesi freddi sia nei mesi caldi: nei mesi freddi si può utilizzare una palestra o un palazzetto, nei mesi caldi, invece, si può giocare a diretto contatto con la natura, anche sulla spiaggia (“Beach Volley”).

Anche io pratico regolarmente questo bellissimo sport, divertendomi e mantenendomi in forma, quindi, consiglio a tutti di provare almeno una volta a giocare a pallavolo: vi piacerà tantissimo, vedrete!

Rossana Cicchetti