GUERRA FREDDA: LA GUERRA IN NICAGARUA IN PILLOLE.

Con l’espressione “Guerra Fredda” si intende il conflitto insorto fra i due paesi usciti vittoriosi dalla Seconda Guerra Mondiale, ovvero Unione Sovietica e Stati Uniti d’America, a partire dal 1947. 

Le due potenze non si affrontarono mai sul campo, ma parteciparono più o meno indirettamente a conflitti tra paesi che combattevano in nome di ideali vicini a quelli del capitalismo oppure del comunismo. 

In Nicaragua, ad esempio, durante la Rivoluzione Sandinista, Usa e Urss si fronteggiarono indirettamente supportando rispettivamente le armate controrivoluzionarie nicaraguensi, soprannominate “Contras” e i rivoluzionari di stampo comunista. 

I Contras erano gruppi armati controrivoluzionari che facevano parte della Guardia Nazionale del Nicaragua, guidata da Anastasio Somoza Debayle (dittatore nicaraguense dal 1967 al 1972), e avevano il compito di rovesciare il nuovo governo sandinista, insediatosi al potere dopo aver rovesciato il governo di Debayle. 

L’attività  dei Contras fu finanziata dagli Stati Uniti durante l’amministrazione di Reagan, grazie alla vendita delle armi all’ Iran, durante la guerra contro l’Iraq.

Quando non bastavano questi fondi, gli Usa se li procuravano attraverso finanziamenti di privati talvolta di dubbia provenienza. 

La stessa Cia organizzò molte operazioni non ufficiali in Nicaragua, e anche dopo che il Congresso statunitense proibì i finanziamenti ai Contras, alcuni funzionari della Cia continuarono a sostenerli illegalmente. 

Quando questi funzionari furono scoperti, scoppiò uno scandalo soprannominato “Irangate” che oltre a mettere a rischio il secondo mandato presidenziale di Ronald Reagan, fece condannare gli Stati Uniti dalla Corte Internazionale per “uso illegale della forza”. 

I Contras violarono molti diritti umani, rendendosi responsabili di attacchi terroristici contro strutture civili e indifese come fattorie, ospedali, chiese, ma anche di massacri indiscriminati di civili, torture e stupri. 

Finanziandosi anche attraverso contrabbando e altre attività illegali, i Contras potevano contare su molte armi come:

  • Ak-47
  • Ak-57
  • Pm md 63
  • M16
  • Fn Fal
  • Hk G3
  • Mitragliatrice M60
  • Type-69 Rpg

Di seguito trovate un video che mostra lo scontro fra le armate Sandiniste e le armate Contras a Bocay (comune del Nicaragua)

https://youtu.be/AE75Q-qnw7U.

Federico Tamma