2040 SALVIAMO IL PIANETA

Ti sei mai chiesto come sarà la tua vita tra 20 anni? Anche Damon Gameau, regista pluripremiato di origine australiana, si è fatto questa domanda, pensando alla vita che avrà sua figlia Velvet di 4 anni e nel 2019 ha realizzato il film/documentario “2040 Salviamo il pianeta!”, come una lettera visiva a sua figlia, in cui racconta le soluzioni che tra 20 anni ci permetteranno di vivere in una società sostenibile. Damon Gameau ha iniziato un viaggio per il mondo per capire se, utilizzando le risorse già disponibili, possiamo migliorare il nostro pianeta e risolvere il problema del cambiamento climatico, se possiamo ridurre le emissioni di diossido di carbonio nell’atmosfera. Ha incontrato esperti in tema ambientale che si impegnano nella ricerca e nella lotta ai cambiamenti climatici.

Ha intervistato tanti bambini per sapere come immaginano il loro futuro, per capire i loro desideri e le loro speranze. Molti di loro vorrebbero inventare strumenti utili per ridurre l’inquinamento. Per anni abbiamo avuto uno scambio naturale tra le particelle di diossido di carbonio e l’atmosfera (ciclo naturale), ma dopo la rivoluzione industriale tutto è cambiato! C’è più rilascio di carbonio, gli oceani sono più acidi con gravi conseguenze per l’ambiente marino cambiando il ciclo della biodiversità. Le piogge, le nevicate, gli uragani e tutti gli eventi atmosferici sono diventati più violenti negli anni; i ghiacciai perenni si sciolgono e di conseguenza intere città sulle coste sono in pericolo.

Quali sono le nostre risorse e le soluzioni già disponibili?

ENERGIE RINNOVABILI: Damon Gameau è andato in India dove ha intervistato un ingegnere di energia rinnovabile che ha spiegato che grazie ai pannelli solari si può creare un sistema di micro-rete collegate tra di loro per produrre e vendere energia, con innumerevoli vantaggi alle popolazioni e all’economia.

ELIMINARE LE AUTO DI PROPRIETA’: negli Usa, le emissioni dei gas delle auto contribuiscono del 20% allo smog. Eliminando le auto di proprietà e introducendo l’uso di auto autoguidateon demand, si ridurrebbe notevolmente l’inquinamento e potrebbero sorgere fattorie e campi coltivati anziché parcheggi per auto.

CONVERSIONE AGRICOLA: in Australia, dove la terra è così arida che neanche le acque piovane penetrano nel terreno, si è scoperto che seminando ripetutamente quei terreni si ristabilisce il ciclo naturale con il carbonio e diminuisce anche l’uso dei pesticidi. Gli allevamenti intensivi degli animali devono essere aboliti perché gli animali lasciati liberi nei pascoli si cibano di erbe sane e le loro carni che arrivano sulle nostre tavole sono più sane.

RIPRODUZIONE DELLE ALGHE: il riscaldamento delle acque porta all’estinzione di flora e fauna marina. La migliore soluzione è quella della riproduzione delle alghe per ripopolare la fauna marina.

Il regista spera che tutto ciò che ha visto e sentito nel corso del suo viaggio possa aiutarci a vivere in un futuro migliore ed in una società equa e sostenibile. Le risorse ci sono, ma vengono utilizzate solo in una minima parte, anche per interessi economici. 

Dovremmo collaborare tutti per salvare il nostro pianeta e per migliorare le nostre condizioni di vita. Abbiamo tutto ciò che ci serve per contribuire alla riduzione dell’inquinamento atmosferico e per realizzare il miglioramento su scala mondiale.

FACCIAMOLO!!!

Christian Fumai e Gianmarco Iacobellis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.