AGGRAPPATEVI, SALTATE, PRENDETE, INTERAGITE, RAGIONATE, MA SOPRATTUTTO CADETE IN… HUMAN FALL FLAT!

“Mai un puzzle mi ha fatto ridere così tanto” game critics.com

“Human Fall Flat” è un video gioco sviluppato dalla No Brakes Games e pubblicato dalla Curve Digital nel 2016. E’ disponibile per Nintendo Switch, Linux, Android, Playstation 4, Playstation 5, Xbox One, IOS, Microsoft Windows, Xbox series X\S, Google Stadia e Classic Mac Os. 

Il gioco, candidato al “LOGIN Award for Game of the Year”, è un rompicapo in terza persona costituito da 14 livelli, che premiano l’esplorazione e l’ingegnosità. Tra i livelli spicca quello “Laboratory”, ovvero il livello “Laboratorio”. Le modalità di gioco sono 3: in solitaria, con due giocatori in locale, o in multiplayer fino a 8 giocatori tramite connessione Wi-Fi. Le risate sono assicurate! Il vostro personaggio, chiamato “umano”, può essere personalizzato intervenendo su 3 parti del corpo (testa, busto e gambe): basta selezionare con il pulsante “costumize” (=personalizza). Si può anche cambiare il modello del personaggio: possiamo scegliere il “None” (=Niente), “Legacy body”, “Mummy” (=Mummia), “Dog” (=Cane), “Penguin (=Pinguino) e molti altri. Si possono anche modificare i colori del personaggio, scegliendo tra quelli che più ci piacciono, per esmepio, per gli accessori o l’abbigliamento. Un recente arricchimento dei comandi ha visto l’inserimento del “Toggle”, che si può usare nella modalità con 2  e permette di scambiare il personaggio che si usa spesso con un altro, per la personalizzazione del secondo giocatore.

Nel gioco è permesso l’uso delle mani: la mano destra e la mano sinistra si possono usare per aggrapparsi, tirarsi su, prendere un oggetto, tirare leve, premere bottoni… ma non per arrampicarsi sulle pareti. Si può saltare e infine usare il “Play dead” (=finta morte), con cui l’umano sdraiato per terra si finge morto: questo è un ottimo modo per farsi 4 risate. Una breve spiegazione al nome di questo gioco, Human Fall Flat, che significa “Uomini Cadono Piatti”! Sembrerebbe un’espressione nonsense, invece quando si gioca se ne capisce il senso: quando si cade da un livello, si ritorna nello stesso livello all’ ultimo checkpoint (=punto di salvataggio), dove si cade senza pietà sul duro suolo. Quando si scappa da un livello, bisogna cercare l’uscita simboleggiata con il cartello dell’uscita d’emergenza. Di grande aiuto sono anche i vari veicoli che possono essere guidati con delle leve (generalmente 2) per raggiungere l’uscita.

Aggrappatevi, saltate, prendete, interagite, ragionate, ma soprattutto cadete, in Human Fall Flat!

Noi invece, ci rivediamo in un nuovo articolo. Alla prossima!

Giosuè Bennardo

LA GUERRA NON E’ SEMPRE SOLO UN GIOCO

Possiamo affermare quasi con certezza che tutti i ragazzi che possiedono una console per videogiochi hanno almeno un  videogame di guerra.   Questi, infatti, sono tra i passatempi più comuni tra i ragazzi, e spesso fanno vivere in prima persona epoche o eventi storici della vita dell’uomo.

Negli ultimi anni, hanno conquistato il favore dei videogamer perché offrono la possibilità, anche se virtuale, di correre, vincere, sfogarsi, insomma, ma anche di aumentare la propria capacità di progettare secondo un ragionamento strategico. La realtà immaginata e trasmessa dallo schermo diventa qualcosa di vissuto in prima persona, e chi gioca finisce per sentirsi un soldato pronto a combattere e fare di tutto per aiutare i propri compagni con l’unico obiettivo della vittoria!

Uno dei nostri videogame di guerra preferiti è “ Fortnite”, il gioco di sopravvivenza in cui 100 giocatori combattono l’uno contro l’altro finché uno solo dei protagonisti, dopo aver ucciso tutti i suoi rivali, resta l’unico vivo e vince.

In questi giorni, però, vedendo le immagini della guerra in Ucraina, dei bombardamenti e della gente che soffre e muore, ci riesce difficile divertirci giocando a questo gioco che fino a poco tempo fa appariva entusiasmante…

La guerra, purtroppo, non è sempre solo un gioco, e forse, sarebbe giusto sostituire i videogame di guerra con altri giochi, per rispettare tutti coloro che la guerra la vivono veramente e non per divertimento.

Gabriele Capriati e Aurelio Zonno

NEED FOR SPEED HEAT: DIVERTIMENTO A TUTTA VELOCITA’!

Sicuramente i videogiochi più noti che conosciamo sono GTA V, Fortnite, Warzone o Clash Royale.

In questo articolo, invece, vorrei illustrarvi un gioco non molto conosciuto, ma che ha cambiato la mia vita: Need For Speed Heat.

Fa parte dei videogiochi ideati dalla famosissima sviluppatrice di giochi sportivi EA Sports e dall’azienda Ghost ed è il più recente tra tutte le serie di giochi automobilistici che hanno allietato l’infanzia di tanti ragazzini appassionati di corse spericolate e clandestine.

In questo videogioco sono presenti 128 auto collezionabili: Ferrari, Lamborghini, Porsche, Audi, Nissan, Polestar, Koenigsegg, Mclaren , solo per citarne alcune.

Dopo averne scelta una, la potenzi e la personalizzi in base ai tuoi gusti, modificando il paraurti anteriore e posteriore, il cofano, gli specchietti retrovisori, il sistema audio, lo spoiler, i fanali, tutto ciò che riguarda le ruote (cerchioni, pneumatici, disco del freno e pinze) e la minigonna (la parte sotto allo sportello, per i “non addetti ai lavori”). Una volta approntato il tuo mezzo, gareggi, aiutato da Lucas ed Ana, nelle corse clandestine a tutta velocità, cercando di sfuggire alla polizia che cercherà di fermarti in tutti i modi!!

Need for Speed Heat non è un gioco come tutti gli altri, nel senso che non ha una vera e propria fine: infatti ti permette, anche se sei arrivato al massimo livello e hai percorso tutte le tappe previste, di continuare a giocare e di gareggiare con i BOT (programma che accede alla rete attraverso lo stesso tipo di canali utilizzati dagli utenti) o nella modalità online con altre persone in tutto il mondo.

Questo gioco mi ha fatto trascorrere ore indimenticabili e mi ha fatto sviluppare una vera e propria passione per la meccanica automobilistica, di cui posso sicuramente affermare di essere diventato un esperto!

Nathan Amodio

E SE IL MONDO FOSSE QUADRATO? MINECRAFT!!!

Minecraft è un videogame basato su prove di sopravvivenza, dinamiche e abilità di costruzione. È basato su un mondo di blocchi. Uscito nel 2009,è disponibile per Piattaforma Java, Microsoft Windows, Playstation 4, Android, Xbox one, macOS, Classic MacOS, IOS, Nintendo Switch, Linux, Xbox 360, Apple TV, Wii U, Playstation 3, Playstation Vita, Windows Phone, Nintendo 3DS, New Nintendo 3DS,iPadOS, Fire OS e tvOS.
Il gioco offre tantissime possibilità. Si può giocare in multiplayer, grazie ai potenti Server che consentono di giocare a diverse modalità (tra le più famose Bedwars, Skywars e Battle arena, che sono tutte modalità di combattimento). Si può anche
giocare in modalità di costruzione con Build Battle e Speed Builders.
In seguito al nuovo aggiornamento, ovvero “Snapshot 1.18” per PS4 bedrock edition e PS5, è presente l’aggiunta di nuove funzionalità e le ambientazioni sono meglio precisate. Le montagne sono più alte, belle ed innevate e ci sono scogliere molto più realistiche, a strapiombo e abitate di piene di animali fantastici (es. axolotti e pesci tropicali). Fantastiche poi le caverne, con un’altezza compresa tra i 30 e ai 60 blocchi: un vero record! Al loro interno si trovano diamanti, pietra rossa e lava già a partire dall’altezza minima. La notizia bomba è che in questa versione del gioco il carbone scuro è diventato più raro dei diamanti che in queste caverne è infatti molto più comune del carbone. Voi potreste pensare che si tratti di un vantaggio… invece no! Perché senza carbone non si possono lavorare il ferro e gli altri materiali e senza ferro … niente armature, spade, utensili, ma soprattutto picconi. E senza picconi in ferro non si può scavare e trovare nessun diamante senza possibilità di andare
avanti nel gioco e di finirlo.
Quindi, lanciamo qui un appello agli sviluppatori del gioco, Mojang, 4J Studios ed Xbox GameStudios: rendete, per piacere, di nuovo più comuni materiali come carbone e ferro, grazie!

Nicolas Martellino

MINECRAFT UN VIDEOGIOCO AL QUADRATO

Minecraft è un videogioco al quadrato. Mi spiego meglio, in Minecraft tutto ha forma quadrata ma non solo, molti lo considerano un super gioco molto divertente come se ci fossero tanti videogiochi in uno solo. Nato il 18 novembre 2011 continua ad appassionare milioni di ragazzi in tutto il mondo.

In Minecraft si può scavare e  trovare  minerali come l’oro, i diamanti, lo smeraldo, la red stone, l’ametista i lapislazzuli. Cambiando dimensione si trovano il  quarzo e la netherite. Continuando il gioco accade anche di rompere la legna per poi procurarsi il piccone, l’ascia, la zappa, la spada ed infine anche un’armatura. 

Noi ragazzi giochiamo spesso ai videogiochi: ce ne sono tanti e di tutti i tipi e mi capita di pensare quanto siano davvero una metafora della vita reale, fatta di sacrifici, vite  da salvare, mete da raggiungere, monete da guadagnare.

Al di là dei soliti commenti negativi, quelli che sentiamo spesso, per me, in realtà, i videogiochi raccontano con un altro linguaggio vita quotidiana …

Martina Bolognese