ANIME: FORSE NON SAPETE CHE ….

Non sapete cosa guardare sulle varie piattaforme Streaming (Netflix,Prime,Anime Unity …)? Vi piacerebbe scoprire quello che solo gli Otakusanno?  Allora leggete questo articolo!

 Iniziamo con alcuni anime fantasy (o Shonen):

  1. Jibaku No Shōnen Hanako-kun (titolo originale  e traduzione: Hanako-kun – I sette misteri dell’Accademia Kamome  地縛少年花子くん   Disponibile su Anime Unity)

La leggenda di Hanako-kun è molto diversa dall’Anime:

Si può richiamare l’attenzione bussando per tre volte alla porta del bagno delle ragazze, spesso le viene chiesto: «Sei lì, Hanako-san?». Se Hanako è in quel bagno, allora si udirà una voce rispondere: «Sì, sono qui». A quel punto esaurirà uno dei vostri desideri ma ci sarà un prezzo da pagare.

  • Shingeki No Kyojin (進撃の巨人 Shingeki no kyojin, Disponibile su Netflix o Prime Video)

        “La storia ruota attorno alla storia di Eren,sua sorella Mikasa e al loro amico Armin,di cui vite vengono stravolte dall’attacco di  un gigante colossale ed un gigante corazzato, che conduce alla distruzione della loro città e alla morte di sua madre Carla Jaeger.”

ATTENZIONE:

L’ANIME  NON È ANCORA FINITO, LA FINE DELLA QUARTA STAGIONE ARRIVERÀ  NELL’INVERNO 2022, PRECISAMENTE IL 9 DI GENNAIO.

Anime riguardanti i Videogame o giochi:

  1. Sword Art Online (ソードアート・オンライン  (Sōdo Āto Onrain) tutte le stagioni su Prime Video o Netflix)

“Più di 10.000 persone intrappolate in un gioco mortale, Kirito (o Kazuto Kirigaya) salverà mai le persone arrivando in cima alla torre e sconfiggendo il boss finale?”

  • No game No life  (ノーゲーム・ノーライフ,  Nōgēmu Nōraifu, Nessun gioco Nessuna Vita,su Netfilx) Sora e Shiro, due fratelli intrappolati in Disboard,un mondo regnato dai giochi. Il loro obiettivo è sconfiggere “Dio” ma prima di farlo molte partite verranno giocate
  • Kakegurui (賭ケグルイ, Disponibile su Netflix) Yumeko Yabami, una giocatrice d’azzardo incredibilmente forte, si è trasferita nella Accademia Privata Hyakkaou… Cosa succederà? Yumeko vincerà o perderà mai?

Anime da guardare se pratichi questi sport:

  1. Haikyuu! – L’asso del volley (titolo originale:ハイキュー!!(Haikyū!!) Parla di pallavolo e la traduzione  del nome è volleyball ma nessuno in Giappone lo chiama così, in pratica è un termine inusuale,Disponibile su Prime Video )

Hinata Shōyō e Kageyama Tobio, mitica coppia imbattibile del Karasuno (烏野からすの高校こうこう Karasuno Kōkō – ATTENZIONE: se andate in Giappone o state studiando giapponese gli ideogrammi che rappresentano il Karasuno si scrivono come “Torino” ma, ovviamente, si leggono “Karasuno”.) Affronteranno una serie di sfide e tornei… Quali vinceranno?

  • Kuroko’s basketball (titolo originale:黒子のバスケKuroko no basuke, nome dice tutto e la traduzione sarebbe “basket di kuroko”, in streaming su Netflix con il film) “Il club di basket della scuola media Teiko è famosissimo per la sua invincibilità, avendo tra le sue file cinque giocatori così abili da essere stati soprannominati la “generazione dei miracoli”. Oltre ai cinque c’è anche un altro membro del club, Kuroko, soprannominato il “l’uomo fantasma“; egli è in grado di nascondere la propria presenza agli avversari riuscendo quindi a coglierli di sorpresa quando non se lo aspettano, intercettando un passaggio o rubando palla. Ora finita le medie, la generazione dei miracoli si è divisa, con ognuno che ha scelto una diversa scuola superiore. Ma mentre gli altri cinque hanno scelto gli istituti più forti della nazione, Kuroko ha scelto una scuola superiore, perché non è in cerca della vittoria a ogni costo, ma della gioia e del divertimento del giocare a basket in una squadra unita.
  • Holly e Benji – due fuoriclasse (vabbè,inutile dirlo,calcio,titolo originale:”キャプテン翼 Kyaputen Tsubasa” lo trasmettono in TV al canale 66 del digitale terrestre alle 16:25 però si può vedere anche su TIM Vision e Prime Video) Holly Hutton è un ragazzino con una grande passione per il calcio che vuole diventare a tutti i costi un grande campione. Trasferitosi a Fujisawa incontra, girovagando col suo inseparabile amico (il pallone), la squadra della Newppy che si sta contendendo un campo da calcio con la Saint Francis di Benji Price.
  • Yuri!! On Ice (che giustamente parla di spokon ossia pattinaggio di figura,in streaming su Netflix) Dopo una schiacciante sconfitta nella finale del Grand Prix e svariate sconfitte in diverse altre gare il pattinatore giapponese 23enne Yuri Katsuki sviluppa sentimenti contrastanti sul pattinaggio e mette in pausa la sua carriera per tornare alla sua città natale Hasetsu a Kyushu.
  • Mila e Shiro – due cuori nella pallavolo  (Anime del 1984 recuperabile su Anime Unity o su Youtube, titolo originale:”Attacker You!!!”) Mila è una ragazza cresciuta in campagna che si trasferisce assieme al padre nella grande Tokyo. Qui apprende di nutrire una forte passione per la pallavolo e si unisce alla squadra delle Hikawa.

Avventura/Emozionanti

  1. Violet Evergarden (titolo originale “ヴァイオレット・エヴァーガーデン Vaioretto Evāgāden” streaming  su Netflix  con il film) Durante un’operazione militare, le forze armate catturano un’orfana dalle straordinarie capacità che intendono sfruttare nella guerra. L’orfana viene arruolata da giovanissima e affidata alle cure del maggiore Gilbert, che le dà il nome di Violet Evergarden e le si affeziona, attribuendole valore come una persona, non come un’arma. Violet, però, essendo stata sempre esposta a null’altro che morte e distruzione, si dimostra incapace di provare emozioni e sentimenti, di cui ignora l’esistenza. Alla fine della guerra, l’ex soldato, per ordine del disperso maggiore Gilbert, viene reintegrata fra i civili e comincia a prestare servizio come bambola di scrittura automatica nella società postale, da qui in poi, Violet inizia un commovente viaggio interiore alla scoperta delle emozioni umane e del significato delle parole “Ti amo“, che il maggiore Gilbert le aveva rivolto nell’ultimo istante condiviso insieme.
  2. The Promised Neverland  (titolo originale “約束のネバーランド Yakusoku no Nebārando” in streaming  su Netflix e Prime Video) Emma, Norman e Ray sono tre orfani di 11 anni che vivono presso un orfanotrofio di campagna gestito da una figura materna. La loro vita scorre pacifica, tra gioco, riposo e test attitudinali giornalieri. Dall’orfanotrofio è impossibile vedere il mondo esterno dato che è circondato da un’enorme fortificazione a cui è vietato avvicinarsi. Un giorno una bambina dell’orfanotrofio di nome Conny viene presa in adozione da una famiglia e si prepara a lasciare la struttura ma si dimentica un pupazzo a cui era molto affezionata. Emma e Norman se ne accorgono e decidono di riportare il peluche alla loro amica prima che parta. Si dirigono  verso l’enorme fortificazione: il cancello è sollevato quindi si dirigono al suo interno, dove vedono un camion. Guardando all’interno del veicolo vedono il corpo senza vita di Conny. Continua con la prossima uscita di Zingarellinews…

Marvel, la storia di un mito

Siamo a New York, nel 1939, pronti ad assistere alla nascita, quasi casuale, di una casa editrice che, inizialmente piccola, è diventata una delle più importanti al mondo: la Timely Pubblications. La storia di questa nascita è divertente e imprevista e merita di essere raccontata. 

Un piccolo editore, chiamato Frank Torpey, decide di pubblicare un fumetto di otto pagine dedicato a Namor, il principe di Atlantide. Il fumetto, però, non piace a nessuno e i numeri successivi non escono proprio.

A salvare dalla disperazione Torpey arriva un altro editore, Martin Goodman, che ha intenzione di lanciare una rivista a fumetti e quindi contatta Torpey per rilevare la sua attività, acquistando tutto il materiale prodotto fino a quel momento. Goodman riprende la pubblicazione della rivista di Torpey sotto il marchio Timely Comics, cambiandone il titolo: nasce così la rivista “Marvel Comics”. 

Per molti anni è Goodman a creare i tanti eroi e personaggi che affiancano Namor: La torcia umana, Angel, Ka Za e, durante la Seconda Guerra Mondiale, anche Capitan America, l’eroe patriottico che tutti ancora conosciamo e amiamo. E’ un successo strepitoso! 

Dopo un po’ di tempo, però, alcuni personaggi smettono di essere prodotti, perché il pubblico è cambiato e non li segue più. 

Nonostante il grande successo, la Marvel fino al 1961 è ancora seconda rispetto alla DC Comics, che, fin dagli anni 40, è stata leader indiscussa delle pubblicazioni a fumetti. 

Nel 1960 Goodman assume come tuttofare un nipote, Stanley Lieber, che in seguito comincerà a scrivere sceneggiature per le storie a fumetti e che, come i suoi personaggi, si trasforma presto in un supereroe: Stan Lee. 

Stan Lee non è solo uno sceneggiatore, ma diventa ben presto il direttore che porta la Marvel al successo planetario attuale. 

E’ lui a lanciare una linea di fumetti di genere supereroico, che esordisce nel 1961 con I fantastici quattro, creati insieme al disegnatore Jack Kirby. A differenza dei personaggi della DC, i nuovi personaggi Marvel non sono solo supereroi che combattono il crimine, ma soprattutto scienziati, esploratori, astronauti, detti Imaginauts (immaginauti) che aprono la Age of Marvels, l’Era delle meraviglie. 

Nel 1962 nascono altri due personaggi che cambiano ulteriormente l’idea dei supereroi: Spiderman, un adolescente che acquista super poteri casualmente, per colpa del morso di un ragno, e Hulk, uno scienziato che diventa mostruoso, verde e fortissimo, a causa di un incidente nel suo laboratorio. Questi due personaggi fanno capire che, a differenza dei 

personaggi DC, non si diventa supereroi per scelta, ma perché si è destinati a diventarlo. 

Nel 1963 nasce l’Universo Marvel, cioè un universo narrativo in cui vivono tutti i personaggi Marvel, che, a differenza dei personaggi DC che si incontrano solo nella Justice League, interagiscono tra loro, creando tantissimi crossover tra le varie serie. Nello stesso anno nascono anche gli Avengers. 

Dal 1966 Stan Lee e Jack Kirby vengono affiancati da altri sceneggiatori e disegnatori. 

Nel 1969 in America cominciano a calare le vendite di fumetti e questo porta a una crisi di tutto il settore. La Marvel negli anni 70 comincia a pubblicare anche fumetti di altro genere, come horror, avventura, arti marziali. 

Negli anni 80 pubblica Transformers e G.I. Joe, ma i supereroi sono ancora in crisi. 

Nel 1996 rischia il fallimento, ma negli anni 2000 è acquistata dalla Disney, che rilancia tutto il Marvel Universe (a partire dalle grandi saghe cinematografiche, che fanno da tramite a fumetti e merchandising) portando la Marvel al successo mondiale di oggi. 

E per il futuro … ci aspetta una nuova era!

Andrea Moleas