20 MARZO: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DI FORMULA 1

Il 20 marzo 2022 avrà inizio la nuova stagione di Formula 1. Anno nuovo, nuovi cambiamenti, a partire dalle normative imposte dalla FIA. Principalmente avremo un aggiornamento nel tipo di carburante utilizzato dalle autovetture, che sarà più ecologico: chiamato E10, esso è composto per il 90% da carburante fossile e per il 10% da etanolo.

Non solo cambierà il carburante, ma anche le vetture: ci si aspetta una Ferrari molto più performante rispetto a quelle degli anni passati, come garantito da Toto Wolff in un’intervista, e in più la scuderia ha annunciato che punterà a fare grandi migliorie in vista del nuovo campionato spigandoci come sia riuscita a guadagnare i 20 cavalli che le mancavano per competere con le altre vetture: l’iniettore non sarà direttamente nella camera di scoppio, ma sarà leggermente spostato indietro in una pre-camera di scoppio in modo tale di iniettare il carburante su tutta la superficie del pistone e averne uno scoppio più reattivo. La Ferrari, in collaborazione con la Shell che fornisce il carburante E10, afferma che le autovetture con motore di tipo superfast come quello nuovo montato sulle sue auto saranno avvantaggiate. Inoltre ci saranno una nuova carrozzeria che “taglia l’aria” grazie a nuovi diffusori posti sotto la scocca, e generatori di vortici che, oltre ad tenere la vettura “incollata” al suolo, diminuiranno l’effetto scia provocato dallo spostamento d’aria. A tutto ciò si aggiungeranno una nuova power unit SuperFast, cambio e sospensioni in collaborazione con la Haas.

La F1 75: ecco come si chiama la fantastica monoposto della Ferrari.

Da parte sua la Mercedes aumenterà la maneggevolezza delle vetture e il motore sarà più resistente. Dunque assisteremo ad un campionato molto combattuto tra RedBull e Mercedes, pronta a prendersi la rivincita.

L’Alfa Romeo accoglierà un nuovo pilota, Zhou Guanyu (che prenderà il posto di Giovinazzi) e schiererà come primo pilota Bottas, ex Mercedes. Le Alfa hanno modificato anche esse le proprie monoposto per renderle più aerodinamiche.

Dalla Red Bull ci si aspetta molto; La Honda ha progettato un nuovo motore più potente, che colmerà la perdita di cavalli a causa della benzina bio.

Un altro cambiamento importante saranno gli pneumatici: si passerà da una gomma da 13 pollici ad una da 18 pollici e ciò permetterà alle gomme di non surriscaldarsi come le precedenti, un’aderenza migliore che garantirà maggior sicurezza e una tenuta più salda sull’asfalto.

Sarà un campionato ecologicamente elettrizzante!

Andrea Perrini (Liceo delle Scienze Applicate Margherita Hack)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.