BARI SOCIAL FOOD: ZERO SPRECO!

L’ 8 giugno 2022, si è tenuto l’ultimo incontro del progetto Bari Socia Food: è stato un bellissimo modo di concludere un anno scolastico all’insegna, anche, di un percorso di educazione e sensibilizzazione allo spreco alimentare ed alla solidarietà.

Bari Social Food è un programma che intende sensibilizzare i cittadini alla raccolta e alla distribuzione di alimenti e farmaci sul territorio comunale, alimentando il senso di consapevolezza sul tema del contrasto agli sprechi e un’attenzione nei confronti delle persone più fragili. Questo progetto ha coinvolto le scuole del territorio di Bari quali: CIFIR,  Domenico Cirillo, Massari Galilei e Nicola Zingarelli con le famiglie dei rispettivi studenti.

Rivolgendosi proprio alle scuole primaria e secondaria di primo grado, Bari Social Food ci ha consentito di conoscere la dura realtà di persone che si mettono in fila per assicurarsi un pasto caldo e farmaci per curarsi.

La manifestazione finale è stata molto apprezzata, ha riscosso un grande successo ed ha coinvolto sia le istituzioni che le Scuole, le famiglie e numerosissimi studenti.

Sono intervenuti, per presentare il percorso del progetto ed i risultati raggiunti:

Padre Vincenzo D’Angelo, coordinatore della Mensa Sant’Annibale, il Prof. Francesco Lorusso, Coordinatore del progetto, Franco Giacopino, che ha realizzato e mostrato un bellissimo video intitolato “Dalla parte della speranza”, i rappresentanti ed anche gli studenti delle Scuole coinvolte, ossia “Massari Galilei”, “N. Zingarelli Bari”, “D. Cirillo” e CIFIR.

L’aspetto più entusiasmante è che la mattinata è iniziata e si è conclusa all’insegna della musica, essendosi esibita in apertura la Fanfara  della scuola Massari Galilei e, in chiusura, l’orchestra della Zingarelli.

Partecipare ad un percorso così importante, ci ha fatto certamente capire quanto siamo fortunati perché fin da piccoli siamo stati abituati ad avere più di quanto abbiamo realmente bisogno: ma quel “di più” diventa sempre oggetto di spreco. Abbiamo capito, toccando da vicino realtà fragili, che occorre avere un approccio più responsabile al cibo, e non solo.

Abbiamo imparato che il sapere deve agganciarsi anche al servizio sul territorio.

Siamo diventati persone migliori perché fare del bene, ci fa stare bene!

Beatrice Stallone, classe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.