Autore: Arianna Manfredi

Club 27: tra leggenda e mistero

Prima parte

Con l’espressione “Club 27” si intende quel gruppo di artisti che hanno fatto la storia della musica rock e che sono morti all’età di ventisette anni quando erano all’apice del loro successo.

La teoria più accreditata ipotizza che le loro morti sospette siano collegate e che siano avvalorate soprattutto dalla circostanza che in ognuno dei loro nomi e cognomi è presente la lettera J o dal presunto patto col diavolo fatto da Robert Johnson.

Tuttavia, la storia di questa maledizione non appare sostenuta da nessun fondamento scientifico. Infatti, i veri motivi del decesso di questi artisti in giovane età sembrano riconducibili all’abuso di alcol e sostanze stupefacenti.…

Leggi tutto

Mi piace Spiderman

“Mi piace Spiderman…e allora?” è un libro di narrativa pubblicato nel 2014 dalla casa editrice Settenove Edizioni.

L’autrice è Giorgia Vezzoli, poetessa, autrice, comunicatrice e attivista femminista, mentre l’illustratore è Massimiliano Di Lauro e collabora con riviste italiane e straniere.

La protagonista di questo breve libro che conta 62 pagine è Cloe, una bambina di sei anni che sta per iniziare la scuola elementare.

Cloe non è una bambina “ordinaria” e neanche i suoi genitori lo sono. Infatti, si diverte con i giochi da maschi piuttosto che con le Winx e con le bambole.

Cloe decide di far comprare ai suoi genitori lo zaino di Spiderman ed è molto contenta di indossarlo, il primo giorno di scuola, quando si ritrova con molti suoi compagni dell’asilo.…

Leggi tutto

I segreti della Gioconda

Nel museo francese più grande e ricco al mondo, il Louvre, è conservata la Gioconda, l’indimenticabile capolavoro a olio su tavola di legno di pioppo realizzato da Leonardo Da Vinci, una delle opere d’arte più note e celebri della storia.

La Gioconda fu dipinta tra il 1503 e il 1506, ma non sono ancora chiare le ragioni per cui oggi si trova in Francia. Molto probabilmente nel 1517 Leonardo, trasferitosi lì, la portò con sé e non è noto se la vendette o regalò al re di Francia Francesco I in segno di riconoscenza al sovrano per l’ospitalità ricevuta.

E’ sorprendente che sotto l’attuale dipinto si nascondono altri tre strati, coperti da Leonardo, poiché ricercava la perfezione.…

Leggi tutto

DA CHE PARTE STO…

Il giorno 11 gennaio abbiamo assistito allo spettacolo teatrale “Stoc Ddo- Io sto qua”, interpretato dalla bravissima attrice Sara Bevilacqua e incentrato sulla storia vera di un ragazzo della nostra città, Michele Fazio. All’epoca dei fatti Michele era è un quindicenne e, per errore, venne colpito a morte alla nuca da un colpo di pistola vagante, mentre era in corso un regolamento di conti tra clan della malavita nella città vecchia.

Michele era figlio di Lella e di Pinuccio, un ferroviere che lavorava a Milano: gente semplice, onesta, e coraggiosa.

Dal monologo emergono tutti gli sforzi e tutti i sacrifici che i due genitori avevano fatto per la loro famiglia, fino ad arrivare a vendere dell’oro antico per comprare una casa a Bari Vecchia.…

Leggi tutto

Recensione del libro “Dieci Piccoli Indiani”

Il romanzo giallo “Dieci Piccoli Indiani” è stato scritto dalla famosa giallista britannica Agatha Christie (Torquay, 1890-Winterbrook, 1976) e pubblicato dalla casa editrice Mondadori nel 1939.

L’opera, ambientata negli anni ‘30, narra di dieci soggetti estranei fra loro che vengono invitati sull’isola “Soldier Island”, a un miglio dalla costa inglese del Devon, da un misterioso proprietario, il signor Owen.

Nessuno lo conosce di persona, ma tutti hanno conoscenze in comune con lui.

Ognuno ha un passato da nascondere, un passato da omicida.

Il signor Owen tarda ad arrivare e la cena inizia senza di lui.

Quella sera muoiono due degli ospiti in circostanze sospette.…

Leggi tutto

Aspettando la Festa dei Popoli: “Aloe Vera”

A dicembre, in preparazione della Festa dei Popoli, a scuola abbiamo partecipato ad un cineforum in collaborazione con il Festival Balafon, l’associazione Abusuan e i Padri Comboniani. Quest’anno abbiamo visto insieme “Aloe Vera”, un film prodotto in Ghana nel 2020 e diretto dal regista ghanese Peter Sedufia.

Nella prima scena due tribù, una di colore blu (gli Aloe) e l’altra di colore giallo (i Vera), discutono se sia nato prima l’uovo o la gallina.

Da questa discussione nasce un vero e proprio conflitto, che porta le tribù a tracciare un confine con uno steccato e una corda tra di loro e a non parlarsi più. …

Leggi tutto

L’amico ritrovato.

Autore del capolavoro “L’amico ritrovato” è Fred Uhlman, nato a Stoccarda nel 1901 e morto a Londra nel 1985.

Il libro, di 92 pagine, è stato pubblicato nel 1971 dalla casa editrice Feltrinelli e costituisce uno dei pochi libri scritti da Uhlman, in quanto pittore.

Il romanzo storico, ispirato alla sua autobiografia “Storia di un uomo”, racconta degli anni della scuola vissuta durante il periodo che precede la Seconda Guerra Mondiale.

Il libro narra dell’amicizia tra due ragazzi sedicenni che si incontrano nel 1933 in una scuola di Stoccarda, città in cui vivono. Il primo, Hans Schwarz, è un ebreo benestante, figlio di un medico molto stimato, mentre, il secondo, Konradin Von Hohenfels, è un nobile, discendente di una delle famiglie tedesche  più importanti, di religione protestante.…

Leggi tutto

25 novembre: per Giulia e per tutti

Ormai tutti sanno che il 25 novembre è la giornata contro la violenza sulle donne, ma, alla fine, pochi ne comprendono il vero significato e lo mettono in atto.

Ne sono la dimostrazione tutti i femminicidi commessi negli ultimi anni, in Italia e nel mondo.

Quest’anno nel nostro Paese sono state uccise 106 donne e Giulia è stata la vittima n. 105. Ci sarà mai un giorno in cui potremo dire “i femminicidi sono scomparsi”?

Per il momento la risposta è NO.

Perché, proprio il telegiornale, nelle ultime settimane ci informava di una notizia che ci ha lasciati tutti a bocca aperta.…

Leggi tutto

Alla ricerca del metodo di studio perfetto: segreti e strategie. Intervista in esclusiva

Per avere successo nel percorso scolastico e in qualsiasi percorso della vita, ognuno di noi ha bisogno di trovare il proprio metodo di studio, ovvero una tecnica efficace che conduca ad ottenere risultati ottimali.

In realtà non esiste un metodo di studio utilizzabile da chiunque, tuttavia possiamo consigliare alcune strategie che si possano maggiormente adattare alle caratteristiche di ciascuno.

Abbiamo avuto il piacere di intervistare alcuni studenti, ognuno dotato di proprie attitudini e caratteristiche, di una classe terza del nostro istituto. Chissà che le loro parole non offrano spunti di riflessione per qualche giovane studente …

Qual è il tuo metodo di studio?

Leggi tutto

10 motivi per iscriversi alla Zingarelli

In questo periodo per molti studenti è arrivato quel momento fatidico in cui sono chiamati a scegliere la scuola media da frequentare.

Tanti possono essere i dubbi e le domande che affollano la mente: Seguire gli amici?  Ascoltare i consigli dei propri genitori? Assecondare se stessi e il proprio istinto? Quale scuola visitare?

La nostra esperienza come studenti in questa scuola è stata positiva e così abbiamo pensato di condividere con voi 10 motivi per iscriversi alla Zingarelli.

  1. Attività ricche e interessanti

L’organizzazione è molto più che buona!

La scuola offre molte attività extrascolastiche e iniziative accattivanti: numerosi PON, un giornalino scolastico online, lo Zingarellinews, Olimpiadi di Problem Solving, diversi progetti di educazione civica, spettacoli coinvolgenti e il progetto “READ MORE” per invogliare alla lettura.…

Leggi tutto