INTERVISTA AL SINDACO DI AQUILEIA EMANUELE ZORINO

1) COME E’ NATA IN LEI LA PASSIONE PER LA POLITICA?

Per diversi motivi, soprattutto per l’amore che ho nei confronti del mio territorio, in particolar modo per Aquileia, città bellissima e molto importante per la sua storia, per il senso di comunità e delle sue origini.

La mia passione è nata ancor prima di diventare sindaco, poiché facevo parte di diverse realtà associative in favore della comunità. Partendo da tali realtà, in nome della nostra eredità culturale e delle potenzialità del nostro territorio è nata la passione che mi ha spinto a partecipare alla vita pubblica. 

2) DURANTE LA CERIMONIA D’INSEDIAMENTO, QUALI SONO STATI I SUOI STATI D’ANIMO?

Sicuramente la fortissima emozione, in particolare quando abbiamo saputo che saremmo stati noi, la Lista Civica, a guidare la città di Aquileia per cinque anni.

E’ stato come vivere un sogno, qualcosa che pensi non possa mai avverarsi e che poi diventa realtà. E tutto questo è stato possibile grazie ai moltissimi cittadini conosciuti durante la campagna elettorale avevamo conosciuto moltissimi cittadini e che successivamente hanno riposto in noi la loro fiducia.

3) AQUILEIA E’ UNA CITTADINA MOLTO FAMOSA PER LA SUA STORIA E PER I SUOI REPERTI. COME CI SI SENTE AD ESSERE IL SINDACO DI QUESTA CITTA’?

Aquileia ha una storia che dura da più di duemila anni: proprio per il fatto che sono consapevole della sua storia, è per me un onore ma anche una grande responsabilità guidarla verso scelte politiche importanti.

4) RECENTEMENTE SI E’ TENUTA LA RICORRENZA DEL CENTENARIO DEL MILITE IGNOTO. IL SUO COMUNE E’ STATO AL CENTRO DELL’ATTENZIONE DI TUTTA LA NAZIONE. MI PUO’ RACCONTARE QUALI SONO STATI I MOMENTI PIU’ IMPORTANTI E QUELLI CHE L’HANNO EMOZIONATA MAGGIORMENTE?

I momenti  importanti sono stati tanti; tra tutti mi ha molto emozionato la cerimonia durante la quale è stata ricordata la storia del Milite Ignoto, il soldato senza nome scelto da Maria Bergamas (Madre di tutte le madri d’Italia) i cui resti furono trasportati in treno dalla stazione di Aquileia, attraverso varie città, fino a Roma.

Altri momenti suggestivi sono stati la Messa dedicata a tutti i Caduti della Grande Guerra, che si è tenuta il 28 ottobre e che ha costituito un importante momento di riflessione sul valore della pace; l’inaugurazione, il 29 ottobre, del Cimitero degli Eroi recentemente restaurato; l’incontro con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, che il 3 novembre è venuto ad Aquileia per onorare i dieci militi Ignoti e Maria Bergamas, sepolti proprio nel Cimitero degli Eroi. Alla manifestazione erano presenti i bambini delle scuole di Aquileia con le bandierine.

5) COM’E’ STATO L’INCONTRO CON IL PRESIDENTE DELLE REPUBBLICA SERGIO MATTARELLA? QUALI SONO STATI GLI ARGOMENTI DI CUI AVETE PARLATO?

Durante la cerimonia si è tenuta la deposizione della corona al Cimitero degli Eroi; successivamente, in un clima amicale, abbiamo visitato la Basilica: il Presidente ha mostrato notevole interesse ed è rimasto affascinato dalla sua storia, tanto da confessarmi di voler ritornare presto ad Aquileia.

6) COSA PUO’ DIRE AI RAGAZZI DELLA MIA ETA’ RIGUARDO AI VALORI CHE IL MILITE IGNOTO HA ISPIRATO PER GENERAZIONI?

Sacrificare la propria vita per la collettività è un valore fondamentale. Si può fare in tanti modi, per esempio impegnandosi nel sociale, lavorando per aiutare gli altri e la società civile, attuando comportamenti che garantiscano a tutti noi la libertà. Libertà conquistata grazie a uomini che hanno immolato la loro vita per noi.

7) IN OCCASIONE DELLA RICORRENZA DEL CENTENARIO DEL MILITE IGNOTO , E’ STATA TRASMESSA DA RAI 1 LA FICTION “LA SCELTA DI MARIA”, NELLA QUALE LEI HA RICOPERTO IL RUOLO DI COMPARSA: COSA PUO’ DIRCI IN PROPOSITO?

Siamo venuti a conoscenza della possibilità di registrare questo film già nel mese di giugno 2021 e quindi abbiamo organizzato questo progetto in tempi brevissimi, con l’aiuto di tutta la comunità: il documento filmico di Rai fiction, infatti, rimarrà nella storia di Aquileia, dove si è svolta tutta la cerimonia del Milite Ignoto e dove per 20 giorni il cast si è sentito realmente nostro concittadino.

8) QUALI PROGETTI STORICO-CULTURALI HA INTENZIONE DI SVILUPPARE PER AQUILEIA NEL PROSSIMO FUTURO?

Intendo portare a compimento un progetto sul quale hanno già lavorato le precedenti amministrazioni, cioè la realizzazione di un parco archeologico. Naturalmente non si tratterà soltanto del parco, ma anche di tutto il contesto urbanistico e culturale della città.

9) CON QUALE SPOT PUBBLICITARIO POTREBBE INCENTIVARE NOI ADOLESCENTI A VISITARE AQUILEIA?


“Da Aquileia è passata la storia, qui si è fatta la storia” quindi un ragazzo, un bambino, un adolescente che vogliono capire l’Italia che viviamo, il territorio che viviamo non può non venire ad Aquileia: qui si comprende benissimo cosa siamo stati e cosa potremmo essere nel futuro. 

Giulia Gentile

Un commento su “INTERVISTA AL SINDACO DI AQUILEIA EMANUELE ZORINO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.